Iraq: cosa è successo e cosa può ancora accadere.

Gen 09 2020
Tatiana Basilio

Con l’uccisione del generale Soleimani, l’amministrazione Trump punta a far saltare il banco, elevando il livello dello scontro con l’Iran su un piano dove ritiene di essere chiaramente in vantaggio. La reazione iraniana è stata ben bilanciata, ma esiste il rischio di una pericolosa escalation in Iraq.

L’8 gennaio le Guardie della Rivoluzione Islamica hanno avviato l’operazione “Soleimani Martire”, lanciando missili balistici Ghiam e Fateh, contro due basi militari statunitensi in Iraq.

Di seguito pubblichiamo un articolo di LARANEWS in merito alla crisi in corso nel territorio iracheno tra Stati Uniti e Iran.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *